Tumblr come servizio di blogging per l’e-commerce. Ecco i perché…

Tumbr 1

Pratical Commerce, autorevole rivista on line americana che tratta il tema dell’e-commerce, in occasione dell’annuncio dell’acquisto della piattaforma di blogging Tumblr da parte di Yahoo! per 1,1 miliardi di dollari, ha pubblicato un articolo intitolato “10 Reasons to Consider Tumblr for Ecommerce Blogging” (10 ragioni per cui considerare Tumblr un blogging per l’e-commerce).

Tumblr è una piattaforma di blogging che può essere definita come una ibridazione tra WordPress, Twitter e Pinterest:  nata soprattutto per comunicare contenuti brevi e multimediali che possono essere usati per forme di vendita online.

1. Il target giovane

Anche se gli utenti Tumblr abbracciano quasi ogni fascia di età, la maggior parte sono di età compresa tra i 18 e i 34. Se è importante per l’e-commerce raggiungere un pubblico giovane, Tumblr può essere la piattaforma adatta allo scopo.

2. Condivisione frequenti

I membri della comunità Tumblr condividono spesso i contenuti di altri sul loro blog. Tumblr offre una funzione chiamata “Reblog” che rende l’operazione facile ed immediata. Questa funzionalità permette ai contenuti di raggiungere un pubblico più ampio all’interno della community rispetto ad altre piattaforme di blogging. Gli utenti possono anche sincronizzare il loro account Facebook e Twitter in modo che i messaggi vengano distribuiti attraverso i Social Network, rendendo Tumblr una piattaforma social.

3. Semplicità d’uso

L’interfaccia di Tumblr è più semplice di WordPress, può essere installato rapidamente e permettere di essere utilizzato anche da chi ha poca o nessuna conoscenza tecnica.

Quasi ogni tipo di contenuto – foto, video, testo, link, audio e persino citazioni – può essere condivisa semplicemente cliccando su un’icona associata. Tumblr offre la possibilità di postare via e-mail o via mobile. L’applicazione Tumblr è disponibile per iOS, Android e Windows Phone.

4. Contenuti brevi

Tumblr è ideale per contenuti brevi, soprattutto multimediali. Tale caratteristica può essere particolarmente utile per i venditori che non hanno il tempo o le risorse da dedicare alla scrittura di post lunghi.

5. Permanenza sul sito

In media, gli utenti Tumblr spendono 15 minuti per ogni sessione sul sito, che è secondo in termini di lunghezza di permanenza solo a Facebook. Inoltre conta, secondo Quantcast, più di 14 miliardi visualizzazioni mensili.

6. Focus sul consumo di contenuti

A differenza di Facebook che si concentra sulla socializzazione, il centro di Tumblr ruota intorno il consumo di contenuti. La possibilità di commentare non è nemmeno inclusa nella piattaforma anche se può essere aggiunta attraverso l’uso di Disqus, un sistema di commenti.

7. La possibilità di personalizzazione grafica e del dominio

Quasi tutto su Tumblr può essere personalizzato, compresa la progettazione grafica e il nome del dominio. Molti sono i temi, sia gratuiti che a pagamento, disponibili e ulteriori personalizzazioni sono possibili modificando il foglio di stile CSS. Tumblr facilita l’uso di nomi di dominio personalizzati e offre una guida passo-passo su come farlo.

8. Utilizzo Gratuito

Tumblr è gratuito e gli utenti possono creare più di un blog senza costi aggiuntivi.

9. Popolarità

Tumblr continua a crescere ed ha una media di 160 milioni di utenti al mese. Alexa lo classifica al 18 ° posto della classifica dei siti più visitati negli Stati Uniti

10. Buona possibilità per la vendita al dettaglio

Le categorie più popolari di Tumblr includono moda, arte, artigianato, cibo, vintage e design, che lo rende adatto per i dettaglianti che offrono tali prodotti.

Un certo numero di aziende tra cui Wazala, Shopify, e BlkDot offrono anche funzionalità di carrello della spesa per Tumblr.

Sin quando Tumblr enfatizza il consumo di contenuti piuttosto che la socializzazione, può essere una scelta ottima per il social commerce, addirittura sottolinea Pratical Commerce, più di Facebook o Twitter.

 

Leave a Reply