Dal Corriere.it articolo su “Spesa social, chi cinguetta, compra”

Il 23 settembre 2014 sul sito Corriere.it è stato pubblicato un articolo con la descrizione dei servizi per fare social commerce offerti da Twitter, Facebook, WeChat, Line desiderosi di ricavare un guadagno economico sulle transazioni effettuate. Il grafico con il riepilogo delle funzioni offerte è meglio leggibile all’indirizzo specifico.

Come è facile immaginare, i grandi network sono motivati alla creazione di specifiche funzioni per agevolare il social commerce solo per il movimento economico in grado di generare grazie alle grandi quantità dei loro iscritti. Finora si tratta di esperimenti su un numero limitato di prodotti e di utenti localizzati nelle aree geografiche con più iscritti, se questi particolari pulsanti verranno presto offerti per la maggior parte degli utenti vorrà dire che la loro visione del social commerce è realmente conveniente.

Leave a Reply