Monthly Archives: January 2014

Reoose sta diventando grande e cerca fondi tramite crowdfunding.

Reoose eco-store gratuito del riutilizzo e del baratto.

Reoose su http://www.reoose.com/ è il primo eco-store gratuito del riutilizzo e che si serve di un nuovo tipo di baratto, detto asincrono, per “riciclareoggetti non utilizzati e dar loro una “seconda vita”, il tutto senza l’utilizzo di denaro. Reoose nasce per promuovere un consumo sostenibile e consapevole, evitando sprechi e salvaguardando al tempo stesso l’ambiente. La particolarità del meccanismo di Reoose sta nel fatto che la piattaforma assegna all’oggetto in automatico il valore in crediti senza tener conto del brand e del valore affettivo del proprietario. Tale meccanismo permette, a quelli oggetti dimenticati nei propri scaffali e cantine, di essere scambiati molto velocemente. L’idea di Reoose è unica nel suo genere e, a 2 anni dalla sua nascita, è diventata la piu’ grande community del baratto, con 70 000 oggetti scambiati e salvati dalla discarica e più di 30.000 iscritti solo grazie al passaparola.

Per continuare a crescere in Italia ed esportare l’idea all’estero Luca e Irina, fondatori di Reoose, hanno deciso di intraprendere la strada del crowdfunding anziché quella dei venture capitalist dove le logiche del profitto sono prioritarie rispetto alla reale utilità del servizio.

Il crowdfunding non è una beneficenza, ma un processo collaborativo di persone che utilizzano il proprio denaro per sostenere una idea. Chi dona il proprio denaro in cambio riceve un bene, un regalo, un premio esclusivo. In questo caso Reoose cede crediti utili per comprare oggetti o servizi (idraulico,baby sitter, imbianchino…) e alcuni premi speciali come, un week end ad Alcatraz, libri di Dario Fo oppure opere dello street artist “Pao”.

La piattaforma di crowdfunding scelta è Indiegogo, il contributo degli utenti verrà utilizzato interamente per implementare nuovi servizi al fine di creare una community sempre più grande a cui offrire una vita a costo (quasi) zero.

Irina(founder):  In questi due anni abbiamo investito non solo i nostri risparmi ma anche il nostro tempo, rispondendo sempre con tanta cura alle email e lavorando giorno e notte per rendere il servizio sempre più utile e innovativo. Reoose è di quei 30 mila utenti che ogni giorno scambiano oggetti e servizi senza spendere un solo euro è a loro che noi chiediamo una mano, per continuare a cercare di costruire un modello che da una parte faccia risparmiare denaro e dall’altra cerchi di mettere la parola fine alla cultura dell’usa e getta.”

Il link della campagna di raccolta fondi è http://www.indiegogo.com/projects/reoose-il-baratto-innovativo-a-new-kind-of-barter

Corso sul Social Commerce (tutti possiamo vendere su internet) alla Confcommercio della Provincia di Fermo.

Inizierà il 4 marzo alle ore 15 con un workshop di presentazione gratuito, a cui seguiranno tre pomeriggi formativi ( 11, 12 e 14 Marzo alle 14.30 ) presso la Confcommercio sede di Porto Sant’Elpidio (FM – via Principe Umberto 118), il corso di formazione sul “Social Commerce (tutti possiamo vendere su Internet). Cos’è, come funziona, Come guadagnarci. Lo scenario, la logica, le strategie”.

Docente del corso sarà Gioia Feliziani, esperta di Marketing e Comunicazione digitale, fondatrice di Gioiacommunica (sviluppo software e web marketing) e co-autrice del libro “Vendere con il Social Commerce” insieme a Roberto Marmo.

Descrizione: Il corso intende aiutare il venditore nell’organizzazione del suo negozio fisico o virtuale, secondo le logiche del Social Commerce vale a dire della vendita sfruttando le leve dei Social Network. Saranno presentate modalità grazie alle quali si potranno incrementare le vendite, migliorare l’esperienza d’acquisto per il cliente, massimizzare l’efficacia delle azioni di marketing, questo creando il proprio Social Shopping o sfruttando network esistenti come Facebook, Twitter, Google Plus, FourSquare, Linkedin ed altri.

In particolare il percorso formativo è rivolto a titolari di aziende, commercianti, venditori, o a tutti coloro che intendono fare business on line.

Il programma:Il Social Commerce, Gli strumenti – Facebook, Gli strumenti – Altri Social Network , Strutturare un piano strategico, Case History.

 La partecipazione al corso da diritto al riconoscimento di crediti formativi.

Per info e prenotazioni telefonare al numero 0734991309 – www.confcommerciofermo.it

1536556_255799681249381_223434499_n

Webcast su Social Selling con LinkedIn

Usare Linkedin per gestire la vendita ai clienti.

Usare Linkedin per gestire la vendita ai clienti.

Se vuoi fare social selling con Linkedin partecipa al webinar del 15 gennaio 2014 ore 12:00-12:45 tenuto da Bob Moody LinkedIn Enterprise Account Executive , obbligatoria la registrazione sul sito del’evento. Per informazioni sul social selling in Linkedin rivolgersi ad Armando Tammaro  responsabile Linkedin per l’Italia della nuova divisione LinkedIn Sales Solutions. Per conoscere il LinkedIn Sales Navigator dedicato a gestire la vendita e trovare clienti con LinkedIn visita la pagina di presentazione e il video.

AAA – pubblica un annuncio di vendita tra privati su Facebook

Facebook può essere usato anche come una bacheca in cui mettere annunci per la vendita tra privati, come la classica rubrica degli annunci nei giornali o con i foglietti attaccati con una spilla a una bacheca di legno su un muro.

Può essere lo strumento ideale per  ricavare euro da oggetti non utilizzati o poco graditi, anche da oggetti che sembrano non interessare a nessuno, quando si scelgono gli oggetti da vendere bisogna sempre ricordare che il noto sito di aste eBay è nato con la vendita di un puntatore laser rotto a un appassionato .

Se vuoi vendere un oggetto in Facebook verso i tuoi amici devi seguire questi passi:

  1. scatta una fotografia dell’oggetto, fai diverse immagini da vari punti di vista e prova a caricarle in un post per capire se trasmettono bene la descrizione visiva di cosa vuoi vendere
  2. se non puoi fare una fotografia, prova a cercare un’immagine su internet e condividi il link
  3. puoi creare una galleria di immagini con tutti gli oggetti da vendere e ne condividi il link, nella descrizione di ogni immagine devi descrivere l’oggetto come nei punti seguenti
  4. scrivi il testo di invito alla lettura dell’annuncio, in genere si comincia con AAA seguito da “vendo ….” usare il maiuscolo può aiutare a richiamare l’attenzione, ma bisogna usarlo solo in questa parte e non per tutto il testo dell’annuncio
  5. scrivi il testo con la descrizione delle caratteristiche dell’oggetto, indica se è nuovo o usato, se è di tua proprietà o di altre persone, il prezzo richiesto, forma di pagamento, come viene consegnato all’acquirente
  6. attenzione all’uso di hashtag , non usare solo i generici #AAA #vendesi #affare ma usa parole in grado di descrivere in dettaglio cosa vendi, per esempio #casco
  7. spiega perché lo vendi, come lo hai usato o come gli amici potrebbero usarlo
  8. gli amici potrebbero avere visto l’oggetto in qualche occasione, prova a ricordargli l’occasione e quali sono stati i loro giudizi
  9. crea una lista di amici cui pensi potrebbe interessare l’oggetto  e manda il post solo a loro, prova anche a scrivere il post sulla bacheca pubblica; molti amici potrebbero non notare l’annuncio a causa dei tanti messaggi che ricevono, prova a ripetere ogni tanto la pubblicazione
  10. scrivi nella chat o sulla bacheca dell’amico che pensi potrebbe essere più interessato
  11. decidi se vuoi spendere 5 euro per promuovere il post dando una maggiore visibilità, cliccando su Promuovi
  12. un vantaggio di Facebook consiste nella visibilità del messaggio verso gli amici degli amici, decidi se accettare anche offerte da queste persone
  13. considera la pubblicazione in gruppi dedicati ad annunci, come https://www.facebook.com/groups/72869020820/, o gruppi di persone che usano gli oggetti che vendi, per esempio se vuoi vendere un casco per motocicletta puoi cercare i gruppi di motociclisti; leggi gli altri annunci nel gruppo per capire   stai attento a valutare l’affidabilità da parte di sconosciuti, cerca di capire quali amicizie ci sono in comune
  14. infine, ricordati di verificare ogni giorno se qualcuno ha cliccato su MiPiace, ha commentato, condiviso o risposto all’annuncio.

Naturalmente, Facebook consente solo la pubblicazione dell’annuncio, la trattativa economica tra le parti avviene con altri mezzi, se vuoi passare a una vendita professionale non occasionale devi imparare a gestire il social commerce secondo il percorso indicato nel libro “Vendere con il Social Commerce”. Per la scrittura degli annunci e pubblicazione su internet puoi leggere il libro “Fare marketing con gli annunci” scritto da Cirinei Alessandro e Monaci Andrea pubblicato da Hoepli.